martedì 19 marzo 2013

Pioggia di medaglie all'RGC Sestri Levante e Genova ai campionati italiani di Grappling e nel Brazilian (Torino Challenge).






Questo è stato un w.e. molto intenso per il nostro gruppo (parlo al singolare perché considero le sedi di Sestri e Genova tutt'uno).
Gli appuntamenti che si profilavano erano duplici il Torino Challenge (BJJ)  ed i campionati Italiani di Grappling, il nostro team per l'occasione si è diviso in due, (anche se come noto il Rio Grappling Club ha considerato come gara prioritaria gli Italiani Figmma).
Parto con Torino. Enrico Romanelli e Leonardo Moscatelli rispettivamente leve blu master e leve blu adult.
Subito resoconto: entrambi tre lotte ed ottima prestazione, Enrico si deve arrendere in finale guadagnando un ottimo argento nella 76 blu Master (peccato per l'influenza patita la settimana prima) ho visto i match e a parte qualche sbavatura mi è proprio piaciuto, Leo chiude ai quarti dopo una lotta rocambolesca gestita prevalentemente in piedi dopo aver stravinto le prime due lotte (anche nel suo caso qualche sbavatura ma ottima prestazione). So che sono stato incazzoso nelle ultime settimane, ma sono veramente fiero di voi.
In quel di Ostia (nel mitico Palafijkam) la squadraccia era rappresentata nell'ordine: dal sottoscritto (in totale disidratazione) - 71 kg cl A, Alessandro Giannotti -77 cl B Veterans, Alessio Maggiani -71 cl C, Daniel Pilò -71 cl C, Emanuele Valenza -84 cl B, Enrico Tassano -62 cl C e Davide Cembrano - 62 cl C (consueto aggregato trasfertista Gianluca Redaelli dell'RGC La Spezia oro nella -77 cl B).
Sarò sintetico Emanuele Dieta Valenza -84 cl B Bronzo, si arrende in semifinale, dopo aver battuto colui che lo aveva eliminato in coppa italia, spreca con un avversario assolutamente alla portata (già incontrato a Livorno e battuto per superiorità tecnica), è un periodo molto delicato per te fratello,  la tua presenza non solo è un esempio per tutti ma un grande stimolo per me (sei un esempio e ti voglio un gran bene).
Alessandro Biologico Giannotti 94 anni e non sentirli, fa la 77 master cl B liquida l'avversario 3 a zero e si conferma Uomo Podio (altro super esempio).
Alessio Maggiani - 71 cl C non pervenuto...squalificato giustamente per neckcrank mentre era tranquillamente in vantaggio, un brutto gesto seppur non forzato, occorre fare due chiacchiere (le squalifiche continuano a fioccare), ci vuole concentrazione.
Danyel Pilò - 71 cl C Oro, danny è in forza al nostro gruppo da un'annetto ed era parecchio che non lottava, ha un background prevalentemente da striker (seppur non nuovo alla disciplina chiaro), decido di schierarlo in c per tirare via un po' di  ragnatele, il ragazzo non solo mi ripaga, ma mi convince appieno, forma fisica invidiabile e totale gestione dei match bravissimo fratellino. Oroooooo
Enrico Tassano -62 cl c Bronzo - mi chiama lunedì dicendomi "Voglio gareggiare" la mezza entra in battaglia con "calma"... uno schiaccia sassi (ihihihi) si deve arrendere poi al compagno di squadra (l'altra metà della mezza) buon bronzo e sotto a far legna.
Davide Cembrano - 62 Cl C Oro, "l'altra metà della mezza" è sotto peso però ha un cardio ed un ritmo folle, in piedi è una macchina ed a terra lotta come un 84, pressione, pressione e pressione, tre lotte tre vittorie, due per finalizzazione una 7 a 1 contro il suo compagno di merende.... mi ha veramente gasato (bravissimo).
Dulcis in Fundo il sottoscritto, un po' per piaggeria, un po' perché ho affrontato la categoria più difficile ed un nemico durissimo...il peso,-  sono calato 7 kg in 21 o giù di lì - (non so quanta gente mi ha sconsigliato la scelta). Dopo la convocazione Nazionale per l'europeo nella 71 (ricordo che ero il campione italiano uscente a 77) volevo mettere  in chiaro alcune cose (soprattutto con me stesso), in primis non mi ero ancora guadagnato il titolo a 71, quindi occorreva chiarire che: A non sono in nazionale per caso, B ero competitivo anche in quella categoria, detto fatto, così suona facile, invece è stata durissima, (ero 74,5 giovedì).
Le mie lotte sono state all'insegna del risparmio di energia e con il fine principale la vittoria (quindi poco spettacolo...peccato c'era la Rai a seguire l'avvenimento. Incontro (purtroppo) al primo turno Ciro Ruotolo (da molti considerato il favorito nella categoria) uno dei lottatori italiani che preferisco in assoluto, una battaglia che mi ha costretto a lottare iperattento sino all'ultimo secondo, idem nella seconda lotta contro Pasi il flessibilissimo allievo di Gianluca Boni (segnatevi questo nome  perché è il giovane più promettente che ho visto in italia). In finale incontro quasi inaspettatamente l'ottimo atleta Jhonny Cecchini che aveva appena battuto l'altro nome della categoria Alessio Diliberti, vinco di misura, ma senza sbavature, con una lotta di controllo. Campione Italiano 71 kg, primo e per ora unico atleta ligure ad aver vinto questo titolo (per giunta due volte e per di + in due differenti categorie di peso). Vincere è difficile, confermarsi lo è di più, quindi stranamente questa volta il bicchiere è mezzo pieno. Adesso si parte in azzurro per l'Ungheria con nuovamente il fardello "calo peso" ed infortuni sul groppone.
Sono soddisfatto ed orgoglioso della prestazione del mio team, la risposta del gruppo è stata superlativa ed risultati seppur con qualche sbavatura sono stati al di sopra delle più rosee aspettative, credo si stia diventando uno dei gruppi leader nella nostra regione (ad onor del vero lo era già). Mio compito è dare stimoli e l'esempio, presto la pianterò con l'agonismo spinto, i semi stanno germogliando, le piante cresceranno un ciclo si chiuderà ed uno nuovo ed esaltante si aprirà.
RGC Sestri al solito presente.

Dulcis in fundo ci tengo a ringraziare tutto l'RGC  capitanato da Roberto Atalla e Bernardo Serrini, Matteo Menna (con cui mi confronto e mi consiglio pressochè quotidianamente) e tutti gli istruttori. Saluto per ultimo Simone Baldi mio grande amico che assieme a Emanuele Valenza mi ha fatto da angolo in questa competizione, non me ne voglia Gianluca Boni (fratello cintura nera, solo ed unico Maestro di Simone) ma considero Simone Baldi per l'amicizia che ci lega, un "membro" ad honorem dell'RGC Sestri un abbraccio fratello Oss.

PS: Ovviamente chi ha vinto salirà di Classe.

6 commenti:

Sergio ha detto...

Grandissimi ragazzi, siete il miglior Team della Liguria! Siete un'ispirazione tutti quanti! Bravi!

Giulio Candiloro ha detto...

Grande Andrea!

RGC Sestri Levante ha detto...

Grazie mille Sergio troppo buono

Anonimo ha detto...

Grazie Giulio io Ciro abbiamo battagliato come prevedibile. Una lotta dura all'insegna del fair play. Sau quanto rispetto te e la nova in toto. E' un po' che non ci si vede. Un grande abbraccio
Andrea Lavaggi

Giulio Candiloro ha detto...

Sarà stata si una lotta all'insegna del fair play, ma non ti dimenticare dell' omossessualità!!!!
si è un poco che non ci vediamo... domenica mio figlio aveva una partita di palla a nuoto, non potevo mancare, e sfiga vuole che la prossima sia il 7 aprile!

RGC Sestri Levante ha detto...

non so se scenderemo il 7 aprile...rischio la vita. A fine mese parto per l'Ungheria. Non so se riesco a fare tre cali peso così ravvicinati (non ho l'età). Inoltre moglie e figlio mi reclamano.