venerdì 8 maggio 2015

La Superba - Espansione - Graduazioni - Corsi istruttori

Estrapolo un concetto scritto in un mio post del 2013: "...da un lato un maestro deve promuovere la disciplina favorendo al contempo lo sviluppo di nuove realtà ampliando il + possibile il bacino dei praticanti, dall'altro non deve regalare gradi e qualifiche senza aver seriamente valutato livello e probità di coloro che avranno titolo ad insegnare sotto il proprio nome".
Pertanto, per chi volesse iniziare un percorso formativo con il sottoscritto sappia che: 
1) non regalo nulla, né vendo alcunché,
2) Ci vogliono anni di esperienza (quantomeno in discipline affini, lotta, judo, sambo ... poi basta) . Non mi frega nulla se avete insegnato nuoto, non è nuoto cazzo, non è karate, ne pugilato, ne sollevamento pesi zio lai.
3) Salvo rare eccezioni (età avanzata, comprovato livello tecnico etc etc) pretendo esperienza agonistiche consone al grado che si vuole raggiungere (...si deve menare!!!)
4) Non voglio perdi-braghe in giro ad allenare graduati da me.
5) Si deve faticare, zio lai, senza sacrificio non si raggiungono risultati (non è tai chi!!!).
In soldoni non ho intenzione di effettuare un'espansione virale dando fiducia al primo scappato di casa proveniente da stili non affini, di fantocci ne circolano parecchi e voglio essere a posto con la coscienza RIPETO NON REGALO GRADI E TITOLI A SCAPPATI DI CASA.

Volete aprirvi un cazzo di corso in pigiama, di grappling o mma (o in qualche cagata ibrida paramilitare) fate pure, c'è pieno di gente Italiana e non che attribuisce titoli, sicuramente con più credenziali di me (si sa non sono un granché a vendermi), state tranquilli non rischiate alcun un dojo storm della Superba nella vostra accademia (...purché non mi rompiate le balle), però non bussate alla mia porta, perché la trovate aperta e c'è una materassina una volta varcata la soglia ad aspettarvi (non diplomi o passaggi di grado). Repetita iuvant

Volete realmente fare un percorso con noi, venite in palestra allenatevi duro, mostrate rispetto verso i vostri compagni, dimostrate di che pasta siete fatti in gara, siate umili e non opportunisti, siate leali e probi, non mentite, siate goliardici (duri pseudo duri et similia non ne vogliamo), dimenticate l'invidia, l'arroganza e complessi vari (non siete signorine), se terrete questo comportamento qui troverete un rifugio, sparring forti una guida tecnica ed soprattutto amici veri . Risultati, titoli, riconoscimenti arriveranno senza chiedere e soprattutto senza ostentare.
Buona pratica
La Superba "Siamo una piccola organizzazione con un alto potenziale di aggressività"

2 commenti:

Giulio Candiloro ha detto...

ma che mito!!!!!

Andrea Lavaggi ha detto...

belin Giulio
Quando ci si vede ti racconto